Le biciclette per stare in equilibrio devono muoversi. E noi?

equilibrio e movimentoEquilibrio e movimento.

Oggi parliamo equilibrio e partiamo dalle biciclette. Immagino che da qualche parte abbiate sentito la citazione di Albert Einstein: “Le persone sono come le biciclette, per stare in equilibrio hanno bisogno di muoversi”. Se poi sia davvero di Einstein non lo so ma trovo che sia fantastica.

Da quando mi sono avvicinata al mondo del coaching ho sentito la parola “agire” o “azione” declinata in tutte le modalità possibili. E, credetemi, non pretendo di trovare a questa parola la declinazione a cui nessuno ha pensato prima. Ma, voi, ci avete mai pensato ad associare azione ad equilibrio?

Perchè è così importante l’equilibrio?

Provate a fare questa domanda a un funambolo che sta per farsi una passeggiata a 20 metri di altezza senza rete di protezione e vediamo che vi risponde. 🙂

Ma qui non stiamo parlando di equilibrio solo in senso fisico. Stiamo parlando di equilibrio a tutto tondo, che è quello di cui io mi occupo nel mio lavoro. Non avere equilibrio vuol dire, in senso molto lato, non sapere chi siamo, cosa vogliamo, e quale sia il nostro ruolo nel mondo. Vuol dire perdersi, letteralmente, in se stessi.

Torniamo un attimo all’esempio di prima. In fondo siamo tutti funamboli che passeggiano senza rete di protezione sul cammino della loro vita. Senza equilibrio non si può fare. Immaginate il funambolo di cui parlavo un attimo fa che, nel bel mezzo della sua passeggiata a 20 metri di altezza decide di fermarsi. Non è difficile immaginare che le probabilità che cada aumentano esponenzialmente con il tempo in cui sta fermo.

Ok, siamo partiti dalle biciclette e siamo finiti ai funamboli. Dove vuoi andare a parare Monica?

Se non ti muovi cadi.

Ecco dove voglio andare a parare. Soprattutto in questo momento in cui molti stanno venendo a conoscere quella che viene chiamata legge di attrazione. La conosco bene anch’io, è uno dei miei strumenti di lavoro. Ma viene spesso malintesa. Spesso pensiamo che basti desiderare una cosa, immaginarla come se già fosse nostra e, boom, quella cosa ci cadrà sulla testa mentre stiamo comodamente seduti sul divano. Non funziona così.

La legge di attrazione è una legge universale, e l’Universo basa se stesso sull’equilibrio. Non è una fantasia new age, è fisica, chimica e biologia.  E a sua volta l’equilibrio richiede movimento, quindi trasferendo il concetto nella nostra vita di ogni giorno: azione.

Chiaramente occorre avere un’idea bella chiara di dove vogliamo andare nella vita, di cosa vogliamo realizzare. Questo è fondamentale altrimenti se ci muoviamo giriamo in tondo. E alla fine girare in tondo è un’altra cosa che ci fa cadere (dopo un po’ che giriamo in tondo ci gira la testa e addio equilibrio).

Quindi che dobbiamo fare?

Le regole dell’equilibrio in movimento.

Primo: sapere dove vogliamo andare. Non preoccupiamoci troppo, la direzione possiamo sempre cambiarla lungo la strada ma occorre averne una in mente.

Secondo: fare qualcosa. Possibilmente qualcosa che punti nella direzione in cui vogliamo andare, ma non necessariamente e non solo. Vediamo perchè.

  • Hai un’idea ma non sai se ti servirà davvero per raggiungere il tuo obbiettivo? Fallo lo stesso. Impara a fidarti del tuo intuito perchè è un talento fondamentale e a furia di allenarlo diventa sempre più preciso.
  • Sei a un bivio e, sinceramente, non hai strumenti per valutare quale sia la scelta migliore? Lancia una moneta e agisci lo stesso. Magari sarà un successo, e se non lo sarà avrai imparato qualcosa.
  • Non aspettare il risultato prima di agire di nuovo. Il viaggio per arrivare dove desideriamo non è una strada bella diritta e senza curve. E non hai modo di sapere se quello che cerchi si trova su una piccola deviazione laterale. Esplora, scopri, impara.
  • Se la freccia che lanci manca il bersaglio non vuol dire che non sei un buon arciere, vuol solo dire che non hai fatto centro. Di sicuro se lasci le altre frecce nella faretra fallirai tutti gli altri tiri.
  • Non percorrere il sentiero di qualcun altro. E’ maledettamente difficile usare una bicicletta che ha il sellino e i pedali montati a un’altezza che non va bene per te. Magari il mondo pensa che tu debba usare una moto da 300 cavalli, ma se tu sei più a tuo agio su un monopattino quasi sicuramente farai più strada con quello.
  • Se sei stanco rallenta, ma non ti fermare. E’ molto più difficile rimettere in equilibrio e far ripartire la bici se ti sei fermato piuttosto che riprendere semplicemente velocità se hai rallentato per guardarti intorno.
  • Divertiti e prova gioia. Questa è davvero una cosa fondamentale. Anche se stai facendo di tutto per cambiare un lavoro che non ti piace, anche se stai facendo di tutto per uscire da una situazione dolorosa, se non trovi nemmeno un piccolo aspetto divertente o gioioso farai molta più fatica. Pensa di nuovo al ciclista che si allena. In quale situazione fa meno fatica, se pensa costantemente ai muscoli doloranti o ai chilometri che gli mancano, o se pensa alla gioia della possibile vittoria?

L’ultimo punto spesso è il più difficile, cosa posso trovare di divertente se tutti i giorni faccio un lavoro in cui mi sento schiavo, se  mia moglie mi sta lasciando, se sto affrontando una terribile malattia? Non esiste una riposta preconfezionata a queste domande. Ma le nostre emozioni sono quello che guidano l’energia che chiamiamo attorno a noi. Quello che posso dirvi è che conosco persone che sono uscite da situazioni disperate e, in tutte, ho visto la ferma decisione di volgere lo sguardo alle piccole scintille di gioia, divertimento e felicità che riuscivano a trovare nella loro vita di giorno.

E in questo modo, agendo per rimanere in equilibrio sulla fune della nostra vita, creiamo veri e autentici miracoli. Ci avete mai pensato?  🙂

funambolo in equilibrio

 

Vuoi scoprire come agendo con piacere e divertimento sia più facile anche la strada verso l’equilibrio alimentare? Scarica gratis il mio e-book!!!  🙂

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.