La primavera ai tempi del coronavirus

Siamo all’equinozio di primavera.

Il ciclo della vita prosegue. Anche in questi giorni dove siamo inondati di notizie sulla Pandemia del coronavirus, sulle morti, sull’eroismo dei medici e sugli sforzi per arginare i contagi.

Inarrestabilmente, la vita fa il suo corso ed è tornata la primavera. A dire il vero, la rinascita stagionale è iniziata abbondantemente un mese fa, e andrà avanti ancora almeno fino alla fine di giugno.

Quindi cos’altro si celebra con l’equinozio di primavera? La semina. E insieme alla semina, l’equilibrio. E’ il momento di seminare…. ma cosa puoi seminare in questi giorni che sembrano così bui?

Puoi seminare la tua scelta: Paura o Amore?

Siamo, oggi più che mai in un momento di sospensione in cui tutto è fermo e immobile, a questo ha contribuito il coronavirus. Ma questo ci dice anche che è il momento per per prendere un bel respiro  per focalizzare l’attenzione su ciò che vogliamo realizzare, non appena saremo di nuovo liberi per farlo. Si, perchè anche il cornonavirus passerà e ci lascerà con la nostra scelta. Paura o Amore?

Questo simboleggia la semina di adesso. E’ necessario un attimo di equilibrio per focalizzare l’attenzione esattamente sulla meta che vogliamo raggiungere, se il terreno trema sotto i piedi non si riesce a prendere la mira, giusto? E ora il terreno pare tremare parecchio. I ponti sono crollati, ma…

Quando i ponti crollano l’equilibrio torna in libertà – F. Caramagni

Cosa ci sta dicendo davvero il coronavirus?

E’ un messaggio interessante. Fermati, ascoltati, cosa vuoi per la tua vita? Paura o amore?

E anche se la tua mente grida che hai paura… forse ascoltare il tuo Inconscio ti può aiutare, se lo fai davvero.

Ascoltare l’Inconscio per il coronavirus

Il problema qui è che abbiamo tutti anni e anni di allenamento ad ignorare il nostro sì e il nostro no profondi, quelli di pancia. E occorre allenarsi a riconoscere nuovamente i segnali che l’Inconscio ci dà per farci capire che quelle risposte istintive vengono da lui.

Una volta che abbiamo ritrovato la capacità di leggere quei segnali, allora potremo cercare di capire se la risposta arriva dal Protettore o dal Navigatore e decidere se quella risposta ci piace o se vogliamo comunicar loro che desideriamo qualcosa di diverso. Ma prima dobbiamo essere in grado di cogliere quei segnali immediatamente.

I segnali di cui parlo arrivano dal corpo, che è uno strumento di comunicazione eccezionale, e l’Inconscio lo utilizza alla perfezione. Ti sarà capitato, immagino, di sentire espressioni tipo “A pelle quella persona non mi piace” oppure “Di pancia questa situazione è promettente”. Non sono espressioni casuali, fanno riferimento esattamente al fatto che attraverso alcune precise sensazioni del corpo l’Inconscio ci trasmette moltissime informazioni. Tra queste ci sono anche il no profondo e il sì profondo.

Impariamo a riconoscerli.

Dal mio libro: Conversazioni con l’Inconscio”

Applicare questo esercizietto al mondo che il coronavirus ci sta facendo vedere è davvero facile.

Per prima cosa chiudi gli occhi e immagina tutto quello che sta accadendo ora nel mondo, in Italia, alle nostre famiglie. Poi ascolta cosa ti sta dicendo il tuo corpo….che sensazioni provi, dove le provi e come ti fanno sentire. Questo è il profondo no del tuo Inconscio, e ti assicuro che è molto molto efficace.

Ora chiudi di nuovo gli occhi e immagina tutto quello che desideri fare quando l’epidemia sarà finita. Correre, uscire con i tuoi bambini, andare a cena con gli amici, abbracciare i tuoi genitori che magari ora non puoi vedere, andare in palestra. Tutto. E di nuovo ascolta il tuo corpo e le tue sensazioni. Cosa provi? Dove? Come ti senti provando queste sensazioni?

Ecco, questa è la tua risposta. Questa è la tua semina nella primavera ai tempi del coronavirus. Puoi forse pensarne una migliore?

Ricorda, i prossimi mesi sarà il momento di agire con forza e convinzione per realizzare quello che oggi hai visto nella tua mente. Oggi, nel silenzio e nella quiete imposta, è il momento di prendere la mira, oggi è il momento dell’equilibrio. Oggi si semina.

Buon Lavoro.

 

Se hai trovato interessante il piccolo brano tratto dal mio libro puoi trovarne una copia qui:

https://amzn.to/3bcLe1V 

Oppure, se ami la possibilità di poterlo stampare e avere la “carta tra le mani”, qui trovi la versione stampabile:

https://bit.ly/398mDdd

 

Photo by Jasper van der Meij on Unsplash

 

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.